I 7 migliori libri di interpretazione dei sogni

Stai cercando opinioni per scegliere un testo perfetto?

Libri TOP ha preparato una selezione dei libri di interpretazione dei sogni imperdibili. Libri perfetti per interpretazione dei sogni presenti su Amazon.

I migliori libri di interpretazione dei sogni:

Offerta 5%Bestseller No. 1
Offerta 5%Bestseller No. 2
L'interpretazione dei sogni
  • Freud, Sigmund (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 3
Bestseller No. 4
L'interpretazione dei sogni
  • Freud, Sigmund (Author)
Offerta 50%Bestseller No. 5
Offerta 5%Bestseller No. 6

Libri di interpretazione dei sogni in promozione

Libri in sconto ai migliori prezzi:

Offerta 5%Bestseller No. 1
Offerta 5%Bestseller No. 2
L'interpretazione dei sogni
  • Freud, Sigmund (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 3

Consigli video

🏆Il migliore

Selezionare un libro di interpretazione dei sogni di ottima qualità può essere più complicato di quanto apparia. Poiché ci sono moltissime opzioni tra cui scegliere, in base alla nostra esperienza abbiamo selezionato quello che secondo la nostra opinione risulta il migliore libro di interpretazione dei sogni presente su Amazon:

Offerta 5%Il migliore 4,5 su 5

Opinioni dei lettori

5 stelle 71%   4 stelle 17%   3 stelle 7%   2 stelle 3%   1 stella 2%  

Daniela
Bel libro, lettura impegnativa
Ottimo libro come gli altri di questa bellissima collana.
Come già detto più e più volte la copertina è molto bella, resistente e rigida.
All'interno le scritte sono più piccole rispetto a quelle degli altri libri, molto più fitte e meno distanziate, ma essendo una lettura impegnativa non ci può aspettare di meglio.
Da leggere poco per volta, soprattutto se si ama il tema psicologico, consiglio!

Federico
Fantastico Freud
Ne “L'interpretazione dei sogni” Freud affronta il mondo onirico a tutto tondo e attribuisce alla dimensione ipnotica un’importanza fondamentale nella vita psichica dell’uomo (“Nell’ingenua opinione di chi si sveglia, il sogno, se pure non proviene da un altro mondo, ci rapisce tuttavia, mentre dormiamo, in un altro mondo”).
L’opera comincia con una premessa storico-culturale nella quale Freud passa in rassegna le teorie più o meno esplicite che si sono avvicendate nei testi, nella mitologia, nella poesia e nella scienza. A cominciare dal “sogno del faraone” interpretato dal biblico Giuseppe.
L’interpretazione del sogno diviene poi, nel corso dell’opera, sempre più una tecnica che – abbinata alle libere associazioni – rappresenta un caposaldo del metodo psicoanalitico, uno strumento ritenuto indispensabile per accedere ai contenuti inconsci della psiche.
Questo sulla base di una considerazione: durante il sonno si allenta l’attività censoria della ragione (il super-io) e l’abbassamento delle difese consente all’inconscio di manifestare liberamente le proprie pulsioni e i propri contenuti, spesso inconfessabili (“Il sogno nulla sa delle esigenze etiche”).
Nel sogno sono individuabili un contenuto manifesto – quello che si palesa come storia o trama del sogno (ad esempio: sogno di volare e compio acrobazie nel cielo) – e un contenuto latente, che costituisce il significato vero del sogno, ma che viene mascherato o camuffato nell’esteriorità del contenuto manifesto.
L’interpretazione del sogno è dunque la tecnica analitica che “smaschera” e coglie ciò che il sogno realmente significa (“All’interpretazione del sogno è lasciato il compito di ristabilire la connessione che il lavoro onirico ha distrutto”). Per pervenire all’esegesi e penetrare il significato di un sogno, occorre decifrarne gli indizi, tenendo conto che l’attività onirica opera secondo leggi ricorrenti (“Il sogno riproduce un nesso logico come simultaneità; procede in ciò come il pittore che, per il quadro della scuola di Atene o del Parnaso, raffigura riuniti tutti i filosofi o i poeti, che non sono mai stati insieme…”).
Così l’inconscio agisce per condensazione e stabilisce collegamenti tra elementi che nella veglia sarebbero scollegati tra di loro (“… un enorme lavoro di condensazione. Il sogno è scarno, misero, laconico, in confronto alla mole e alla ricchezza dei pensieri del sogno”); per spostamento attribuisce a un elemento un carattere che non gli è proprio (“Il risultato di questo spostamento è che il contenuto onirico non somiglia più al nucleo dei pensieri del sogno e che il sogno riflette soltanto una deformazione del desiderio onirico esistente nell’inconscio”); per drammatizzazione rappresenta un significato in un’azione; per simbolizzazione fornisce a una situazione inaccettabile una forma più tollerabile (“Soltanto dopo aver valutato il simbolismo nel sogno, possiamo proseguire nell’argomento dei sogni tipici…); per opposizione trasforma un contenuto nel suo contrario.
Le leggi operano sulla base di un principio essenziale: il sogno è un modo per soddisfare un desiderio più o meno lecito, più o meno inibito dalla morale (“Il sogno è l’appagamento di un desiderio”). E sulla base di una constatazione empirica: il sogno trae spunto dall’esperienza diurna (“Tutto il materiale che costituisce il contenuto del sogno deriva in qualche modo da ciò che abbiamo vissuto e viene riprodotto, ricordato nel sogno”) utilizza residui psichici, impressioni, fatti (“Degni di ricordo non sono soltanto i fatti più importanti, come si verifica di giorno, ma anche quelli più indifferenti e insignificanti”) che vengono elaborati nella sfera onirica per esprimere il desiderio sottostante.
Per scoprire, spesso, che il desiderio affonda le proprie radici in un tempo assai remoto (“Nel sogno possono comparire impressioni appartenenti alla primissima infanzia, delle quali la memoria vigile non sembra disporre”), preferibilmente nell’infanzia (“Quanto più a fondo si penetra nell’analisi dei sogni, tanto più spesso si è condotti sulla traccia di vicende infantili che nel contenuto onirico latente fungono da fonti del sogno”).
La bellezza di questo testo risiede nella sua concretezza, per quanto concreto possa essere il mondo dei sogni (“Che al mattino il sogno si dissolva, è proverbiale”)…
Ciò si traduce nell’analisi clinica e sistematica di molti sogni e nella loro classificazione in “sogni ricorrenti”. In modo da giustificare – nell’ambito della teoria del desiderio – anche i sogni più difficili: “Rimangono ora i sogni d’angoscia, come particolare sottospecie dei sogni di contenuto penoso, e sarà molto difficile per i profani concepirli come sogni di desiderio”.
Tra le gemme preziose che Freud estrae dalla miniera dell’inconscio e interpreta, vi sono sogni tipici quali: il sogno d’imbarazzo per la propria nudità, i sogni della morte di persone care, il sogno d’esame, “i sogni da stimolo dentario”, “i sogni di fuoco”, i sogni d’acqua (“sono sogni di nascita”), i sogni apparentemente assurdi e – naturalmente - il sogno di volare (“la stretta connessione dell’atto di volare con l’immagine dell’uccello”). Nell’ermeneutica dei sogni, l’infanzia è sempre lì in agguato (“Altri sogni tipici dai quali ci si lascia trasportare con piacere o si cade con senso d’angoscia… ripetono impressioni dell’infanzia… Quale zio non ha fatto volare un bambino, correndo per la stanza tenendolo sollevato sulle braccia … o non lo ha sollevato in aria facendo finta all’improvviso di togliergli il sostegno?”), sempre pronta a motivare anche un incubo (“Che cosa significa la sensazione di movimento impedito, che compare così frequentemente nel sogno e che rasenta l’angoscia? Si vuole andare e non ci si muove affatto, si vuole fare qualcosa e si incontrano continuamente ostacoli. Il treno sta per mettersi in moto e non lo si può raggiungere…”).
Die Traumdeutung è una lettura fondamentale per comprendere non soltanto molti retroscena del nostro agire, del pensare e del sentire, ma anche per capire meglio molte manifestazioni dell’arte e della letteratura. Scoprendo motivazioni e dinamiche insospettate…

clyde
Interpretazione dei sogni
Che dire del testo più importante di Freud... fondamentale per iniziare un percorso introspettivo con il proprio inconscio... perché lui non mente invece noi il più delle volte gli mentiamo pur non sapendo di farlo. E perciò quale fonte migliore per conoscere il nostro inconscio se non i sogni? Per capire il testo non bisogna essere degli strizza cervelli ma è comprensibile a tutti. Straconsigliato.

Domy1798
Ottimo acquisto
Di solito questa collana non mi fa impazzire per la rilegatura e la copertina, ma in questo caso mi devo ricredere.
Copertina integra e spessa; rilegatura perfetta e nessun errore di battitura all'interno del libro, come spesso accade per questa collana.
Ottima lettura per chi vuole appassionarsi al mondo della psicologia o della psicoanalisi o magari anche per una lettura un po' più approfondita.

Dalila C.
UN CLASSICO
Decisamente un classico intramontabile e senza dubbio un libro da leggere almeno una volta nella vita.
Interessantissimo per chi ama la psicologia, e soprattutto per chi è appassionato al tema dei sogni.
Arrivato nei tempi stabiliti e perfettamente integro.

giuliano
Gran bella collana
Adoro questa collana della Newton, parliamo di grandi classici, che dovremmo aver letto o leggere tutti. Di questa collana, economicissima, se proprio si vuole trovare un difetto si può parlare del carattere di stampa, che ad alcuni può sembrare leggermente piccolo, ma la rilegatura e soprattutto la veste grafica della copertina la rendono simpaticissima. Viene voglia di prenderli tutti

Cliente Amazon
Rappresentazioni
È interessante capire come la nostra mente viaggi durante la notte, spesso ci appaiono immagini che non sembrano avere un vero significato. Scavando nel profondo invece si scorgono tanti dettagli interessanti sui nostri sogni. Si tratta solo di interpretare e capire come i nostri problemi, le nostre gioie, i nostri amori si manifestano inconsciamente.
Fantastico

VALE
must have
pilastro della teoria sui sogni di Freud, il libro non è adatto solo agli esperti del settore "psi", ma può essere letto da tutti, Freud ha un'ottima capacità narrativa. buona lettura!

leggi tutte le recensioni

Ultimo aggiornamento 2020-05-19 at 20:49 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API