I 7 migliori libri di genere fantasy di Maggio 2020

Libri per genere fantasy migliori su Amazon

Stai cercando opinioni per scegliere un testo perfetto?

Libri TOP ha predisposto per voi una scelta aggiornata dei libri di genere fantasy più venduti. Testi adatti per genere fantasy pronti all’ acquisto.

I migliori libri di genere fantasy:

Offerta 5%Bestseller No. 1
La Brigata della Speranza: Uno strabiliante fantasy epico, un'avventura fantasy che ti catturerà sin dalla prima pagina
33 Recensioni
Offerta 5%Bestseller No. 2
La scienza della carne. La chimica della bistecca e dell'arrosto
512 Recensioni
Offerta 5%Bestseller No. 3
Il sognatore
103 Recensioni
Il sognatore
  • Taylor, Laini (Author)
Bestseller No. 4
Bestseller No. 5
Dark and Light: Amore Impossibile
  • Pennacchio, Sabrina (Author)
Bestseller No. 6
Offerta 5%Bestseller No. 7
Il ragazzo dei mondi infiniti
  • Gaiman, Neil (Author)

Libri di genere fantasy in offerta

Libri in promozione al miglior prezzo:

Offerta 5%Bestseller No. 1
Il sognatore
103 Recensioni
Il sognatore
  • Taylor, Laini (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 2
La scienza della carne. La chimica della bistecca e dell'arrosto
512 Recensioni
Bestseller No. 3

Video recensione

🏆Il migliore

Selezionare un libro di genere fantasy di ottima qualità potrebbe essere un po‘ più complesso di quanto apparia. Poiché ci sono molte opzioni tra cui optare, in base alle recensioni abbiamo scelto quello che secondo la nostra opinione è il migliore libro di genere fantasy presente su Amazon:

Offerta 5%Il migliore
Il sognatore
103 Recensioni
Il sognatore
  • Taylor, Laini (Author)
4,2 su 5

Opinioni dei lettori

5 stelle 56%   4 stelle 27%   3 stelle 8%   2 stelle 7%   1 stella 3%  

Lisa
Da avere, 5⭐
Viste le numerose recensioni positive ho deciso di comprare questo libro, 'Il sognatore" di Laini Taylor, un libro fantasy di circa 520 pagine. Può sembrare un mattone, qualcosa di estremamente pesante e noioso, ma in realtà è leggero come una libellula, leggendolo sembra di volare con delle ali di drago o di volpe. La storia si concentra principalmente su due personaggi: Lazlo Strange e Sarai, il primo un goffo e timido bibliotecario e sognatore, la seconda una sola e prigioniera dea della disperazione. In un ambientazione esotica, mistica e magica si andrà a costruire, capitolo dopo capitolo, una grande storia di crescita e cambiamenti. Ogni personaggio presente dovrà superare degli ostacoli e scoprirà sentimenti ed emozioni nuove, come l'odio e l'amore. Un amore che può essere solo un desiderio carnale oppure un amore vero, puro, un amore da sogno e che esiste solo nei sogni, un amore diviso in frammenti oppure un amore breve ma ricco di mancanze. "Il sognatore" presenta numerosi aspetti positivi, in primis le personalità di ogni personaggio, c'è chi è ancorato al passato, alle azioni compiute e alle perdite avute, c'è chi vive nei ricordi e chi nella invidia, c'è chi vive nella speranza di una nuova vita e chi vive nell'odio. Ogni sentimento, ogni volontà è perfettamente rappresentata. L'ambientazione è magica e descritta nei minimi particolari. Consiglio questo libro per gli elementi innovativi che presenta, inoltre la scrittura semplice e molto coinvolgente, la presenza di numerosi colpi di scena e aspetti ironici rendono la lettura piacevole e leggera. Aspetto con ansia il secondo volume.

Francesca
Recensione a cura del blog atavolacoilibri.com
Uno dei libri più belli che abbia mai letto.
Ha tutto ciò che il genere richiede: ambientazioni fuori dal comune, personaggi caratterizzati alla perfezione, temi di un certo spessore. Poi lo stile di scrittura di Laini Taylor è magico, ipnotico, rende poetiche parti che potrebbero anche risultare un po' pesanti, che potrebbero rallentare il ritmo. Questa duologia inizia col botto, spero che non si perdi nel secondo libro.

Agata Scibetta
Mi è piaciuto ma...
Un libro dalla lunghezza di 524 pagine potrebbe sembrare un bel mattone da leggere e, per chi non ha abbastanza tempo, potrebbe essere proprio impossibile. Ma, secondo me, tutti dovrebbero ritagliare almeno una decina di minuti al giorno per leggere un capitolo di questo libro. Lo stile della Taylor non rientra tra i miei preferiti ma, nonostante ciò, risulta molto fluido e non molto complesso. È una lettura rilassante e proprio estiva, che ti permette di aprire la mente e immergerti in un mondo che non esiste. È il primo libro che leggo di questa scrittrice e non so bene come definire il suo stile di scrittura, tuttavia penso che sia accettabile. La struttura del romanzo è suddivisa in sei parti e prima che inizi vi è un termine antico, in cui viene spiegata sia la derivazione e il significato e che si può considerare l’unico termine che possa descrivere la parte narrata in seguito.
La storia in sé è molto curata, non vi è dettaglio lasciato a caso o descrizione scritta superficialmente. Il mondo in cui entriamo, è un mondo che non conosciamo, creato internamente dalla mente della scrittrice. La stesura avviene tramite gli occhi di Lazlo Strange (cognome non a caso, considerando le sue origini sconosciute), appassionato delle storie su una città, che tutti credono inesistente, della quale, un giorno e da piccolo, smette di ricordare il vero nome e, al suo posto, ricorda la città come Pianto. Nome non totalmente a caso, anzi scelto a causa di una maledizione e collegata con chi l’aveva scatenata.
La città in sé è molto particolare, in quanto essendo un luogo esotico e molto sfarzoso, chiunque avesse l’onore di recarsi lì, tornava con tesori mai visti e si trattava, appunto, di un onore. Accostata a Lazlo, vi è Sarai una cittadina di Pianto la cui vita è costellata dal dolore per un avvenimento che l’ha segnata (letteralmente parlando) quindici anni prima, lei non è una ragazza qualsiasi ma essendo uno dei misteri della storia, sarò molto vaga. Soprattutto Sarai, probabilmente la scrittrice avrà preso ispirazione da Avatar, è blu. Ancora non mi spiego bene questa cosa, ma dettagli.
Mi è piaciuto davvero e sono molto curiosa di sapere come si svilupperà il sequel ma c’è proprio una piccola pecca: la scrittrice vorrebbe utilizzare molto l’effetto sorpresa, infatti vi è un piccolo dettaglio riguardante Lazlo che lei rivela praticamente alla fine del libro ma che io avevo capito a pagina 196, era tutto troppo chiaro per non capirlo ed è stato davvero un peccato perché avrebbe potuto inventare una storia secondaria e creare per davvero L’effetto sorpresa. Per il resto, è una lettura che consiglio perché nonostante sia un fantasy tramette un messaggio abbastanza importante e che ha un riscontro effettivo con la nostra realtà.

leggi tutte le recensioni

Ultimo aggiornamento 2020-05-19 at 19:55 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API