I migliori bestseller di Lee Child di sempre

Libri TOP ha predisposto per voi la classifica aggiornata dei più famosi libri di Lee Child di sempre.

Questa classifica si basa sui testi di Lee Child più venduti su Amazon nell’ ultimo mese.

🏆Migliori libri di libri di Lee Child: ecco la classifica dei più venduti

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2
Bestseller No. 3
Il passato non muore
  • Child, Lee (Author)
Bestseller No. 4
Bestseller No. 5

🏷️💲Libri di Lee Child in offerta

Libri di Lee Child in sconto:

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2
Bestseller No. 3
Il passato non muore
  • Child, Lee (Author)

🥇Miglior libro di Lee Child

Selezionare il Miglior libro di Lee Child può essere più complicato di quanto apparia. Nonostante ciò, in base al nostro parere abbiamo scelto quello che per noi La vittima designata: Le avventure al prezzo di 6,99 EUR è il migliore libro di Lee Child disponibile in vendita:

Il migliore 4,3 su 5

Opinioni dei lettori

5 stelle 53%   4 stelle 31%   3 stelle 14%   2 stelle 2%   1 stella 0%  

Radele
Imperdibile
Bellissimo, ennesimo capolavoro della serie, un altro vero imperdibile.
Questa volta è un fantasma del passato che spingerà Reacher quasi al limite di se stesso, ma le sue non comuni capacità saranno quelle che faranno la differenza.

Carlo
Grande Jack
Lee Child, con il suo eroe preferito, il nostro Jack, non delude mai... Ovviamente, ci sono romanzi migliori di altri, ma si può star certi di non chiudere mai un suo libro, rimpiangendo i soldi e il tempo spesi. Questa volta ci troviamo di fronte addirittura a due storie, divise in senso temporale da dieci anni, che proseguono parallele nella loro narrazione e a volte si passa dall'una all'altra senza quasi accorgersene. Della prima storia, sappiamo già, da subito il suo tragico epilogo e questo, anzi che impoverirla, rende la narrazione ancora più piena di pathos.

Fabio Alberto S.
Il solito ( piacevole) libro di Lee Child
Se vi appassionano le storie di Jack Reacher quest'ultima avventura non potrà mancare nella vostra biblioteca. Se ancora non conoscete questo ex poliziotto militare che vive libero da legami e da costrizioni privo di una fissa dimora, allora è l'occasione per imparare ad amarlo.
Libro veloce, senza troppi fronzoli, ma con un buon sviluppo della storia e con la giusta dose di violenza.
Piacevole e ricreativo

massimo zona
La vittima designata
È il solito Lee Child capace di tessere trame incredibili e di tenere il lettore inchiodato al libro per tutto il racconto.
Splendide quelle descrizioni dell'oceano d'inverno.
Non ho dato le 5 stelle solo perché alcuni passi relativi alle azioni di Jack Reacher erano prevedibili e scontate.
In complesso un gran bel libro, per coloro ai quali piace il genere.

Paolo C
Perché mi piace Lee Child e perchè ve lo consiglio.
Ok, sono al 7o romanzo della serie di Jack Reacher e provo una prima analisi.
Leggendo le sinossi su Amazon oppure la 4a di copertina in libreria, il personaggio può apparire poco credibile (chi l'ha mai incontrato uno come Jack Reacher nella vita reale?). Le trame sembrano semplici e basate sempre sul medesimo modello (qualcuno ha un problema, arriva per caso Reacher e, a modo suo, risolve).
Eppure c'è di più, molto di più.
Jack Reacher è un personaggio complesso, con una personalità profonda, capace di calare in situazioni realistiche la sua semplice logica giusto/sbagliato, ignorando magistralmente la sofisticazione delle regole comuni. E' un personaggio più verosimile di un James Bond o di un Jason Bourne.
Le trame, in realtà, sono verosimili. A tutti capita di vedere qualcosa che attira l'attenzione. Poi, dopo un istante, ci voltiamo e torniamo a concentrarci sulle nostre priorità. Reacher è diverso, si ferma e approfondisce. E prende posizione: giusto/sbagliato. E agisce. Non ha altre priorità.
Ultimo elemento: Lee Child scrive bene, veramente bene, con una prosa fluida e diretta, ma mai banale.

Flaway
Descrizioni in eccesso
Questo è il mio terzo libro della serie con Reacher. Non posso dire che la lettura non appassioni: la trama è avvincente e i personaggi ben delineati, ma le descrizioni sono davvero eccessive, se non si è un cultore delle armi da fuoco dopo un po' le si salta piè pari. Tre stelline e non cinque, anche perché qui Jack è davvero "troppo". Viene descritto tutto ciò che fa e pensa, come si muove e come respira, in una delle ultime scene sembra immortale...poi in una pagina l'autore racconta che Jack aspetta seduto per 18 ore di fila senza nemmeno muovere le palpebre (cito), ma la pipì la fa come tutti o ha trovato un modo per evitarlo? Lo devo scrivere: l'ho letto d'un fiato, ma in certi passi ha rasentato il ridicolo.

Cliente Kindle
un po' meno ...
Reacher è sempre Reacher, questo è vero, ma non tutti i romanzi in cui veste i panni dell'eroe si equivalgono.
Questo,in particolare, mi ha catturato meno del solito. Forse troppi personaggi di cui tenere a mente il nome? Forse un eccesso di descrizione delle armi e delle differenze fra l'una e l'altra? Forse l'alternarsi di piani temporali, nei flah-back, non immediatamente identificabili?
Sta di fatto che mi sono divertita un po' meno del solito, ma ... Reacher è pur sempre Reacher!

aroby
Romanzo da un tanto al chilo
Si lascia un po' leggere, ma non entusiasma.
Macchinoso, eccessivamente descrittivo ( p.es. impiega più di una pagina (141) per far scendere Reacher da una grondaia o si perde nella descrizione di una torcia elencando il numero di batterie per farla funzionare, ...).
Stile manierato all'inverosimile con continui prefigurarsi di colpi di scena che sistematicamente vengono disattesi, tanto da sentirsi sempre meno coinvolti.
La descrizione degli ambienti risulta pingue fino alla nausea, così come fanno sorridere alcuni espedienti messi in atto dal protagonista per cavarsela in certi corpo-a-corpo (scontro con Paulie e con Harley).
I dialoghi vengono caratterizzati spesso da botta-e-risposta per pagine e pagine.
Ovviamente non mancano le solite gnocche passate e presenti con cui R intreccia relazioni...
Risultano, infine , veramente incredibili , anche se parliamo di romanzi di fantasia, alcuni episodi come la scampata morte di Quinn dieci anni prima dopo un volo di 35 m sugli scogli con due pallottole in fronte ed una nel petto o la faciloneria con cui R entra,esce,esce ed entra
dalla villa di Beck presidiata da una decina di nemici armati fino ai denti.
Trama chiara solo nella testa dell'autore.

leggi tutte le recensioni

Per approfondire Lee Child

Lee Child, pseudonimo di James Dover Grant (Coventry, 29 ottobre 1954), è uno scrittore britannico di thriller.

Lavora come autore televisivo dal 1977 al 1996, anno in cui decide di dedicarsi alla letteratura gialla. Debutta come scrittore nel 1997 con Zona pericolosa (Killing Floor), raggiungendo un vasto e sempre crescente successo.

Nel 1998 si trasferisce negli Stati Uniti, a New York City, dove vive tuttora.

I suoi romanzi hanno tutti come protagonista il personaggio di Jack Reacher, un ex ufficiale della polizia militare statunitense che, dopo aver lasciato l’esercito, decide di iniziare una vita di vagabondaggi attraverso gli Stati Uniti, libero dai vincoli e dai condizionamenti del “sistema”. Duro come pochi e dotato di un innato senso di giustizia, Reacher si presenta come un cavaliere solitario di altri tempi, che pur non cercando guai è sempre pronto ad aiutare i più deboli e a correre in soccorso degli amici, per poi riprendere il suo cammino senza meta al termine di ogni avventura.

Leggi anche

Ultimo aggiornamento 2020-05-20 at 15:41 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API