I migliori bestseller di Kazuo Ishiguro: classifica

Libri TOP ha predisposto per voi la classifica dei più famosi libri di Kazuo Ishiguro di sempre.

Questa selezione si basa sui testi di Kazuo Ishiguro più acquistati sul mercato nell’ ultima settimana.

🏆Migliori libri di libri di Kazuo Ishiguro: ecco la classifica dei più venduti

Offerta 5%Bestseller No. 1
Quel che resta del giorno
78 Recensioni
Quel che resta del giorno
  • Ishiguro, Kazuo (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 2
Non lasciarmi
  • Ishiguro, Kazuo (Author)
Offerta 40%Bestseller No. 3
Offerta 5%Bestseller No. 4
Offerta 3%Bestseller No. 5

🏷️💲Libri di Kazuo Ishiguro in promozione

Libri di Kazuo Ishiguro in offerta:

Offerta 40%Bestseller No. 1
Offerta 5%Bestseller No. 2
Non lasciarmi
  • Ishiguro, Kazuo (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 3
Quel che resta del giorno
78 Recensioni
Quel che resta del giorno
  • Ishiguro, Kazuo (Author)

🥇Miglior libro di Kazuo Ishiguro: la nostra scelta

Selezionare il Miglior libro di Kazuo Ishiguro può essere più complicato di quanto apparia. Nonostante ciò, in base al nostro giudizio abbiamo selezionato quello che per il nostro punto di vista Non lasciarmi al prezzo di 12,35 EUR è il migliore libro di Kazuo Ishiguro disponibile sul mercato:

Offerta 5%Il migliore
Non lasciarmi
  • Ishiguro, Kazuo (Author)
4,2 su 5

Opinioni dei lettori

5 stelle 56%   4 stelle 23%   3 stelle 10%   2 stelle 4%   1 stella 6%  

💐
Eccellente
Continuo ad acquistarne copie da regalare, è un racconto singolare, una lettura amara ma che scalda il cuore, una prosa delicata, semplice, reale (ho letto l'originale per intero ma solo alcuni passi della versione italiana).
Il nostro mondo bizzarro, potrebbe davvero diventare come descrive Ishiguro?
Dall'autore di Quel che resta del giorno è questo romanzo, che potrebbe benissimo avere come secondo titolo Quel che resta dell'umanità.
Una storia che lascia tristezza, tanta.
Ma ne vale la pena.

BB
Sorprendente
Ho tanto girato intorno a questo libro fino e che l’autore ha preso il Nobel.
Katie racconta la storia sua e di quelli come lei, bambini diversi dagli altri, che passano una bella infanzia in una specie di collegio da qualche parte tra le colline inglesi, con 1000 regole, senza sbocchi sull’esterno ma con tanti disegni, con alcune tradizioni, come l’Incanto e il Baratto, che consentono di venire in possesso di veri e propri tesori.
E mano a mano che la storia va avanti, da adolescenti iniziano a scoprire la loro diversità, e il loro essere stati creati per uno scopo ben preciso, con un obiettivo che saranno portati a raggiungere attraverso binari dritti e segnati, paralleli a quelli della vita normale, ma che con quella non si intersecano mai, se non per brevissimi istanti.
E’ anche una gigantesca storia d’amore e di amicizia, di quel sentimento puro che non può essere condizionato o segnato dall’esterno, che si nutre solo di se stesso.
A volte i dialoghi e i pensieri sono lunghi, indugiano per troppe pagine su sciocchezze che solo in un microcosmo possono avere tanta importanza e lasciare il segno.
Ma è proprio questa la forza del libro, che ti fa immedesimare in queste strane vite fatte di step prefissati, e ad un certo punto arriva quasi a convincerti che quello è il migliore dei mondi possibili, e smetti di chiederti perché questi ragazzi non facciano nulla per sfuggire al loro destino ineluttabile.
Ultime 5 pagine da brividi.

Cliente Amazon
Un libro da leggere piano e con il cuore
Non è sicuramente un libro facile, di quelli che si leggono sotto l’ombrellone o che si leggono tutto d’un fiato.
Inizia in modo quasi anonimo ma con lo sfogliare delle pagine, questa narrazione sa arrivare al cuore !
La maestria dell’autore sta nell’introdurre alla narrazione, piano piano, elementi che fanno capire al lettore che dietro ad una storia di amicizia e amore c’è una verità terrificante.
Quando a fine narrazione si comprende tutto, il lettore non può che fermarsi a pensare come sarebbe un mondo così.
Io spero di non vedere mai una realtà siffatta. Eppure se con il cuore mi viene impossibile concepire la “donazione “ così come è descritta nel libro, so razionalmente che non è poi così lontana tecnicamente. Sta all’uomo scegliere il futuro della nostra umanità.
Davvero un capolavoro, un libro che merita di essere letto e di trovare posto nella biblioteca di casa.

Francesco
I tratti fondamentali del libro
Cercherò di elencare in maniera oggettiva e senza spoiler i tratti fondamentali del libro:
- una narrativa molto particolare secondo la quale gli eventi non vengono narrati in ordine cronologico, bensì come un flusso di ricordi che si agganciano l'uno all'altro secondo legami di natura tematica più spesso che temporale. Ed è questa una narrativa che mi ha preso e che mi ha spinto a leggere il libro pagina dopo pagina in 2-3 giorni.
- personaggi molto veri e coerenti, i cui comportamenti vengono analizzati, le cui frasi vengono snocciolate nei minimi dettagli. Credo che il motivo per cui questo approfondimento sia così insistente è la volontà dell'autore di mostrare che i protagonisti abbiano un'anima. Lo scrittore infatti non urla mai la sua opinione, ad esempio non troveremo mai i protagonisti a discutere apertamente sulla distonia del proprio mondo. Tuttavia mostrare la vivacità dell'anima di questi è appunto un modo indiretto di mostrare il prezzo che questo mondo chiede che sia pagato.
- decisamente uno dei libri più tristi e deprimenti, ma in qualche modo anche nostalgici e dolci che abbia mai letto. Tale aspetto di tristezza e depressione deriva dal mondo dispotico in cui le vicende sono ambientate, un mondo decisamente plausibile e futuribile.
- La rassegnazione con cui i protagonisti accettano il proprio destino, ha, a mio avviso, 2 effetti contrapposti sulla riuscita del libro. Da un lato rende forse il libro frustrante per il lettore che tendenzialmente ama protagonisti che tentino di ribellarsi al proprio destino. Dall'altro tuttavia rende il libro più deprimente ma realistico: nella vita reale, gli uomini raramente lottano per un destino diverso da quello assegnato, al contrario essi più spesso sono vittime inermi della propria della pressione sociale che li circonda.

Nicola I.
Infinitamente triste
“Non Lasciarmi” racconta una storia di amicizia e amore fra tre studenti che vivono in un collegio inglese, in un’atmosfera pacata e luminosa.
Il lettore ignora la vera ragione dell’esistenza di quel collegio, così come la ignorano i protagonisti, poi, a poco a poco, una parola detta per caso, un episodio apparentemente insignificante, uno sguardo, un ricordo, rivelano un mondo diverso, spietato e agghiacciante, in cui tutto appare ineluttabile: la gioia, il dolore, la vita, la morte.
Non ho amato questo romanzo in maniera particolare, ho sentito sempre come se la storia si mantenesse su un terreno incerto senza compiersi realmente. La rassegnazione con cui tutti scelgono di accettare una volontà esterna, a mio avviso, pesa sul libro come un macigno.
Finito di leggere il 17/03/2018

leggi tutte le recensioni

Per approfondire Kazuo Ishiguro

Sir Kazuo Ishiguro (カズオ・イシグロ? o 石黒 一雄 Ishiguro Kazuo?; Nagasaki, 8 novembre 1954) è uno scrittore britannico di origine giapponese, vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 2017.

Altri autori

Ultimo aggiornamento 2020-05-21 at 01:56 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API