I più famosi bestseller di Franz Kafka

Libri TOP ha elaborato per voi la selezione aggiornata dei migliori libri di Franz Kafka in asoluto.

Questa classifica si basa sui libri di Franz Kafka più venduti sul mercato nell’ ultima settimana.

🏆Migliori libri di libri di Franz Kafka: classifica dei più venduti

Offerta 5%Bestseller No. 1
Il processo
1 Recensioni
Il processo
  • Kafka, Franz (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 2
Lettera al padre
54 Recensioni
Lettera al padre
  • Kafka, Franz (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 3
Il processo
  • Kafka, Franz (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 4
La metamorfosi
  • Kafka, Franz (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 5

🏷️💲Libri di Franz Kafka in sconto

Libri di Franz Kafka in sconto:

Offerta 5%Bestseller No. 1
Il processo
1 Recensioni
Il processo
  • Kafka, Franz (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 2
Il processo
  • Kafka, Franz (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 3
La metamorfosi
  • Kafka, Franz (Author)

🥇Il miglior libro di Franz Kafka

Selezionare il Miglior libro di Franz Kafka può essere più complicato di quanto apparia. Ciò nonostante, in base alle opinioni dei lettori abbiamo selezionato quello che per noi Il processo al prezzo di 8,55 EUR risulta il migliore libro di Franz Kafka disponibile online:

Offerta 5%Il migliore
Il processo
  • Kafka, Franz (Author)
4,5 su 5

Opinioni dei lettori

5 stelle 76%   4 stelle 12%   3 stelle 3%   2 stelle 9%   1 stella 0%  

mariogri
IL PROCESSO: UN CAPOLAVORO DA LEGGERE PIU' VOLTE
Il capolavoro dello scrittore boemo mi ha dapprima sconcertato, indi stimolato, infine interessato, intrigato e persino incuriosito dalla trama di quest' uomo accusato di una colpa ignota e, alla fine, giustiziato da un misterioso tribunale.
Motivo fondamentale dell' opera e' quello della colpa e della condanna. Il giudizio di potenze oscure ed invincibili rende il suo protagonista per sempre escluso da una esistenza libera e felice, sicche' egli viene, suo malgrado, ''catapultato'' in un' altra dimensione del mondo, in un' altra realta'.
Forse, la piu' corretta interpretazione da fornire al romanzo e' rappresentata dall' immagine dell' uomo alienato dalla moderna civilta' industriale e condannato, nel mezzo della societa' di massa, ad una atroce solitudine. L' opera, edita nel 1924, risente inevitabilmente del periodo bellico e post-bellico, in cui una societa' distrutta o colpita duramente dalla guerra vede sorgere all' orizzonte nuovi inquietanti scenari. Alcuni osservatori hanno addirittura attribuito all' opera kafkiana un profondo significato religioso, una sorta di intricata allegoria dei rapporti tra l' uomo ed una divinita' inconoscibile. In ogni caso, Kafka ed il suo personaggio sono diventati un' icona quasi leggendaria, avvolta da un' ambigua e non chiara spiritualita'. Certamente, lo stile narrativo del grande scrittore di lingua tedesca risente di quei modelli tipici del decadentismo, tuttavia, ritengo si possa aggiungere che Kafka debba essere considerato una delle piu' profonde espressioni poetiche della situazione esistenziale contemporanea.
Recensore: Mario Grippo/ Milano, 24 settembre 2019.

Leda
Perfetto. Edizione molto buona
Amazon non delude mai. Arrivato puntualissimo, libro completamente integro. Il contenuto dell'opera non ha bisogno di recensioni, non spetta a me.
Mi limito a dire che l'edizione è molto buona; il prezzo è giusto, e il prodotto è ben fatto e si legge bene.

ANG
Sconvolgenteme magnetico. Da leggere
LA SQUALLIDA GIUSTIZIA CHE CONDANNA UN INNOCENTE. tutt'altro che paradossale e surreale direi invece che dipinge perfettamente la realtà.

giuliano
Un capolovoro
Insiema alla Metamorfosi ritengo questo libro assolutamenta un capolavoro dell'inizio del 900 di quel genio che è Kafka. Bella, nonostante sia veramente economica questa recente edizione della Feltrinelli ne "I classici"

simona p.
da leggere assolutamente
è un capolavoro da leggere assolutamente. Amaro, caustico, Kafka accompagna il protagonista alla fine designata, ne esplora la psiche in modo da far immedesimare il lettore nei suoi alti e bassi... Stupendo!

Salvatore
ottimo
per chi ama la natura kafkiana questo libro è l'ideale per conciliare l'amore per la lettura e il gusto per kafka. da leggere

Marco
Onirico
Risveglia nel lettore le stesse sensazioni di quando sogna di essere in ritardo e i corridoi si allungano, le strade inizialmente dritte si diramano in percorsi tortuosi, simili ai rivoli d'acqua in cui si suddividono i fiumi che vengano forzosamente rallentati

Cliente Amazon
Pesante
In genere mi piacciono le opere di Kafka, ma questo romanzo è molto strano...ho fatto fatica ad arrivare fino alla fine.

leggi tutte le recensioni

Approfondimento su Franz Kafka

Franz Kafka (Praga, 3 luglio 1883 – Kierling, 3 giugno 1924) è stato uno scrittore e filosofo boemo di lingua tedesca.

Nato nei territori dell’Impero austro-ungarico, divenuti Repubblica cecoslovacca a partire dal 1918, è ritenuto una delle maggiori figure della letteratura del XX secolo e importante esponente del modernismo e del realismo magico.

La maggior parte delle sue opere, come Die Verwandlung (La metamorfosi), Der Prozess (Il processo) e Das Schloss (Il castello), è pregna di temi e archetipi di alienazione, brutalità fisica e psicologica, conflittualità genitori-figli, presentando personaggi in preda all’angoscia esistenziale, labirinti burocratici e trasformazioni mistiche. Le tematiche di Kafka, il senso di smarrimento e di angoscia di fronte all’esistenza, caricano la sua opera di contenuti filosofici che hanno stimolato l’esegesi dei suoi libri specialmente a partire dalla metà del Novecento. Nei suoi scritti è frequente imbattersi in una forma di crisi psicologica che pervade il protagonista sino all’epilogo della narrazione e che lo getta in modo progressivo in un’attenta analisi introspettiva.

Non sono pochi i critici che hanno intravisto nei suoi testi elementi tali da farlo ritenere un interprete letterario dell’esistenzialismo. Altri infine hanno «coniato per Kafka la formula di “allegorismo vuoto”. Come ogni autore allegorico, Kafka rappresenta una vicenda per “dire altro”; ma questo “altro” resta indecifrabile e dunque indicibile.» Secondo molti di essi Kafka volle con ciò forse rappresentare la solitudine e il senso di diversità dell’ebreo nella Mitteleuropa, la propria estraneità alla sua famiglia, il senso di colpa e l’impotenza umana del singolo di fronte al mondo e alla sua burocrazia.

Il suo più celebre personaggio allegorico è lo scarafaggio umanoide Gregor Samsa, descritto ne La Metamorfosi.

Kafka nacque in una famiglia ebraica della classe media di lingua tedesca a Praga, la capitale del Regno di Boemia, allora parte dell’Impero austro-ungarico. Nel corso della sua vita, la maggior parte della popolazione cittadina parlava il ceco e la divisione tra parlanti la lingua ceca e quella tedesca era una realtà tangibile, in quanto entrambi i gruppi cercavano di rafforzare la propria identità nazionale. La comunità ebraica era in mezzo tra le due correnti, sollevando naturalmente domande in merito a chi appartenessero. Kafka stesso conosceva approfonditamente ambedue le lingue, considerando il tedesco come lingua madre.

Kafka intraprese una formazione giuridica e ottenne un lavoro in una compagnia di assicurazioni. Iniziò a scrivere racconti nel suo tempo libero, lamentandosi sempre del poco tempo a disposizione per dedicarsi a quella che considerava la sua vocazione. Kafka preferiva comunicare per lettera: scrisse centinaia di lettere ai familiari e alle amiche intime. I destinatari principali furono suo padre, la sua fidanzata Felice Bauer e la sua sorella più giovane Ottla. Ebbe un complicato e travagliato rapporto con il padre che influì notevolmente sui suoi scritti. La sua appartenenza alla cultura ebraica fu in lui fonte di profondi conflitti interiori, nonostante non sentisse un particolare legame con le sue radici, tuttavia i critici sostengono che la sua origine ebraica abbia influenzato le sue opere.

Solo poche opere di Kafka furono pubblicate durante la sua vita: le raccolte di racconti Betrachtung (Contemplazione) e Ein Landarzt (Un medico di campagna) e qualche opera singola (come La Metamorfosi) in riviste letterarie. Preparò l’edizione di una raccolta di racconti, Ein Hungerkünstler (Un digiunatore), pubblicata solo dopo la sua morte. Le opere di Kafka rimaste incompiute, tra cui i suoi romanzi Il Processo, Il Castello, e America (noto anche come Der Verschollene, Il Disperso), furono pubblicate postume, in gran parte dal suo amico e curatore Max Brod, che non assecondò il desiderio di Kafka, il quale voleva che i suoi manoscritti venissero distrutti. Il suo lavoro ha continuato a influenzare una vasta gamma di scrittori, critici, artisti e filosofi durante il ventesimo secolo; il termine “kafkiano” è entrato nella lingua italiana per descrivere situazioni esistenziali come quelle presenti nei suoi scritti.

Altri autori

Ultimo aggiornamento 2020-05-21 at 02:45 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API